blog di Antonio De Napoli

bce, mutui e accesso al credito: proviamo a fare ‘sto giochetto?

In nel mondo, press room on 19 gennaio 2012 at 21:09

 

Roma –  Il Forum Nazionale dei Giovani, già ascoltato in due occasioni dal Presidente Monti, propone nuovamente al Governo provvedimenti in favore delle giovani generazioni. «La nostra piattaforma aveva indicato al Premier Monti l’accesso al credito come una delle priorità per svecchiare il sistema e favorire lo sviluppo del Paese e il futuro dei giovani italiani» afferma Antonio De Napoli, Portavoce del Forum Nazionale dei Giovani, la piattaforma di rappresentanza dell’associazionismo giovanile. «Ieri abbiamo inviato al Governo una proposta concreta, costruita sulle basi del “Salva Italia” e di una delibera del Board BCE». 
L’articolo 8 del decreto “Salva Italia” del governo Monti ha dato alle banche la possibilità di emettere obbligazioni garantite dallo Stato. La garanzia statale serve a rendere più solide queste nuove obbligazioni. Questo provvedimento nazionale si è felicemente abbinato alle decisioni della BCE. Le banche, infatti, hanno emesso 40 miliardi di obbligazioni garantite dallo Stato per utilizzarle come garanzia nel corso della recente asta di rifinanziamento a 3 anni promossa dalla BCE. Ma l’8 dicembre 2011 la BCE ha deciso anche di diversificare la natura dei titoli che possono essere utilizzati come collaterale. D’ora in avanti, le banche che vogliono accedere alle aste possono presentare come garanzia anche titoli cartolarizzati con voto singola A che hanno come sottostante mutui ipotecari e prestiti a PMI, oltre ai titoli ammessi come garanzia anche in precedenza.

 

 La proposta del Forum ha come obiettivo quello di sfruttare al meglio queste nuove possibilità. Lo Stato potrebbe concedere la sua garanzia non più esclusivamente sulle obbligazioni bancarie, ma anche sugli stessi mutui, specificatamente su quelli richiesti da giovani e da giovani famiglie al fine di acquistare una abitazione o per sviluppare una PMI, che le banche poi possono cartolarizzare per rifinanziarsi presso la BCE. In questo modo, la garanzia statale darebbe la possibilità a più giovani, anche a quelli con contratti precari, di avere accesso al credito. Inoltre, le banche avrebbero la garanzia statale come protezione e gli stessi ABS avrebbero un maggior grado di solidità.

 

 «Siamo convinti che questa nostra proposta possa essere particolarmente positiva per le giovani generazioni – ha commentato il Portavoce del Forum Nazionale dei Giovani Antonio De Napoli  – In poche parole, l’impegno che lo Stato si è assunto nei confronti delle Banche avrà un senso differente se permetterà ai giovani di accedere, con maggiore facilità e a condizioni vantaggiose, ai mutui per l’acquisto della prima casa e prestiti per la piccola e media impresa».

 

«Proponiamo al Governo Monti – prosegue la nota del Consiglio Direttivo del Forum Nazionale dei Giovani – di spostare la garanzia dalle obbligazioni bancarie ai mutui». La proposta ha il merito di conferire alla garanzia statale una ricaduta positiva e diretta sull’economia. Inoltre, si aiuterebbero i giovani a costruire una parte importante del loro futuro. 

 


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: